Logotipo Regione Toscana

Itinerari
dell’Agrobiodiversità

La
Garfagnana

Ricca di biodiversità agraria e alimentare, di cultura rurale e gastronomica, è una zona storica e naturale della Toscana;  nella provincia di Lucca, corrisponde al bacino superiore del fiume Serchio, sul versante meridionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e su quello interno delle Alpi Apuane.
Mappa interattiva dei Coltivatori e degli Allevatori Custodi, della Banca del germoplasma, dei Produttori di Farro IGP e della Farina di Neccio DOP, dei produttori di Prodotti Tradizionali Agroalimentari della Garfagnana .

I custodi dell’agrobiodiversità  / vedi tutti

Giorgi Pier Luigi

Giorgi Pier Luigi

Hobbista e Coltivatore custode, coltiva ortive attraverso rotazioni colturali.
Unione dei Comuni della Garfagnana – Banca Regionale del Germoplasma (LR 64/04) c/o il Centro la Piana di Camporgiano

Unione dei Comuni della Garfagnana – Banca Regionale del Germoplasma (LR 64/04) c/o il Centro la Piana di Camporgiano

Conserva, in rapporto con i Coltivatori Custodi, specie erbacee e arboree di interesse agricolo e alimentare reperito in tutta la Garfagnana, a tutela del germoplasma locale e dell'agrobiodivesità. Realizza incontri con le scuole, azioni di promozione delle varietà locali a rischio di estinzione, organizza mercatini locali, e partecipa a diverse iniziative pubbliche.
Azienda Agricola Pieroni Angela

Azienda Agricola Pieroni Angela

Eredita la tradizione agricola familiare della coltivazione della Zucca dell’Alpe Nostra, oggi a rischio di estinzione e che ha provveduto a conservare e a riprodurre. I terreni sono lavorati per coltivare la Zucca dell'Alpe ossia in campi separati, in modo da evitare incroci con varietà simili. Appassionata di biodiversità e cultura del paesaggio. L’orto di famiglia si trovava sulla famosa Via Vandelli, un tempo importante via di collegamento tra Modena e Massa Carrara.
Azienda Agricola Alessandro Bravi

Azienda Agricola Alessandro Bravi

Azienda agricola recintata con coltivazione di patate e mais. Recupero e valorizzazione di antiche varietà nel nome dell’agrobiodiversità. Fa agricoltura biologica certificata con tre ettari di vigna con vitigni autoctoni e propria cantina. Coltivazione di ortive, mais e patate. Ospitalità e somministrazione di pasti in azienda con Agroristoro.
Zampelli Iori Alessio

Zampelli Iori Alessio

Giovane hobbista impegnato nel supporto alla coltivazione di varietà locali, salvaguardia del materiale genetico, aiuto agli agricoltori locali e recupero degli antichi mestieri.
Come aderire

Le adesioni all’Itinerario da parte dei Coltivatori e Allevatori Custodi, produttori di PAT e di prodotti DOP e IGP, sono sempre aperte: inviare una richiesta per posta elettronica a
agrobiodiversita@regione.toscana.it

Gli aggiornamenti all’Itinerario vengono realizzati 2 volte all’anno (ogni 6 mesi).
Il progetto potrà essere replicato anche in altre zone della Toscana.

aderire